IL CANNOLO DI CALOGERO

Chiusa con brio la prima parte della stagione “Radici per restare” al teatro Dei 3 Mestieri. In scena uno spettacolo che ben si è adattato allo spirito natalizio, spargendo in egual misura humor e quella sottile drammaticità che attraversa la vita. Sulla scena Giorgio Rizzo e Marco Corrao, l’uno nella triplice veste di autore, regista…

STAY HUNGRY

Un profluvio di parole quelle che Angelo Campolo ha riversato sulla scena del teatro S. Brigida. Prodotto dall’associazione Daf e vincitore del bando “Sillumina”, sezione “Nuove opere”, promosso da SIAE e MIBACT, il progetto “Stay hungry” elegge il teatro a dimora di un’avveduta riflessione critica sulla realtà e sulle miserie, materiali e morali, in cui…

CARONTE / CARIDDI

Surclassati dal progresso e vittime di un tempo senza memoria, i miti sarebbero destinati a morire se l’arte, caparbiamente, non ne custodisse il ricordo. La natura bestiale dell’uomo riscoperta in una forma di teatro regolata dalle leggi della danza. Il linguaggio del corpo a presagire l’estinzione del genere umano, restituendone sul limitare della vita l’origine…

BASTASI. PRIMO STUDIO VERSO PATRUNI E SUTTA

Carullo-Minasi alle prese con Marivaux in “Bastasi. Primo studio verso patruni e sutta”, un progetto che non si ferma alla rielaborazione della drammaturgia del commediografo francese, ma che ne trasfigura piuttosto le sembianze. L’idea beckettiana di un luogo artificiale che possa accogliere azioni non naturali è recepita dal duo messinese probabilmente allo scopo di scandagliare…

KRYPTONITE

Posto che si reciti per tutta la vita, c’è un tempo, quello dell’adolescenza, in cui occultare la propria vulnerabilità diventa indispensabile per sopravvivere. Piuttosto ci si atteggia a supereroi per eludere quella kryptonite che sintetizza le debolezze umane. Si ostenta la forza per offuscare le paure. Si millanta irremovibilità per non ammettere che le prospettive…

FERROVECCHIO

L’ombrosità tipica dell’esistenzialismo, il vuoto e la nullità, il dramma che sottende alla scrittura, la leggerezza astratta e un non luogo entro cui disseppellire, senza volerlo, l’estrema verità. Questi i fondali della drammaturgia di Rino Marino, il quale si serve di una struttura compositiva per quadri funzionale al riflesso di una vita qualunque, malandata quanto…

PENSACI, GIACOMINO

È Leo Gullotta a inaugurare la stagione di prosa del teatro Vittorio Emanuele con la commedia di Luigi Pirandello “Pensaci, Giacomino”. L’imponente scenografia di Angela Gallaro Goracci, coi colori sgargianti delle sagome giganti di quegli individui “perbene” che affollano l’assurda società, accoglieva la storia del vecchio professor Toti, di cui Gullotta ha egregiamente reso lucidità,…

LELÈ IL MAFIOSO.IT

Sold out al teatro Vittorio Emanuele per il musical made in Sicily “Lelè il mafioso.it”. Ballerini, coro e cast giocavano in casa, tanto da vincere agevolmente su un terreno, quello del musical, che peraltro ben si presta a soddisfare i palati meno esigenti. Paolo Picciolo aveva presumibilmente un testo nel cassetto. E un sogno. Chapeau…