IO SONO VERTICALE

Si parta dall’assunto che la rinuncia di un regista ai parametri naturalistici incoraggia la creazione di quell’universo metafisico entro il quale vita e teatro non necessariamente si legano. Si assegni quindi agli oggetti di scena e ai costumi, ingegnosamente concepiti da Vincenzo La Mendola, la pluralità di significati che le associazioni mentali possono generare. E…

ETERNA, A VUCCA L’AMMA

Inconfondibile la firma di Nicola Alberto Orofino. Nessuna sudditanza della scena alla scrittura, audace manipolazione dei testi, sincera adesione all’universo del drammaturgo e ciononostante licenza di sconvolgerlo. Il perimetro entro cui si muove è dunque quello che egli stesso concepisce per disporre le parole sulla scena, rispondendo a logiche e categorie estetiche personali per dar…