CENERE. PER UNA POETICA DELL’IMPOSSIBILE

Prima assoluta al Cortile Teatro Festival dello studio teatrale “Cenere. Per una poetica dell’impossibile” (QA-QuasiAnonimaProduzioni e Nutrimenti Terrestri) di Auretta Sterrantino, drammaturga e regista messinese che, nel solco della tradizione letteraria, riflette una volta di più sul presente, mettendo lo spettatore dinanzi al vuoto, all’illogicità dell’esistenza. Lo stile è riconoscibile e personale: la cura maniacale della…

COMU VENI FERRAZZANO

Sagome di case e minuscoli individui, bottiglie di vino, bicchieri, campanelli, candelabri e Ferrazzano, di bianco vestito tra il bianco della scena ove si posano i led telecomandati e le storie che la animano. In sottofondo la famiglia altoborghese cantata in “Ottocento” da Fabrizio De André. All’ingresso dell’ultimo spettatore comincia il gioco di cunti e parole…

AMLETO

Sedie pieghevoli in legno, fiori in una bottiglia di vetro e lui, Amleto, in abiti e make-up elisabettiani. Il volto è smarrito, gli occhi cercano conforto, le mani notificano irrequietezza.Il dramma si è compiuto, sono solo i miseri resti di un’anima alla deriva senza venti, senza correnti. Attorno il nulla. E silenzi che non cooperano…

LA FELICITÀ

“La felicità” della compagnia Madè di Catania ha dato ieri il via alla terza edizione de “Il Cortile – Teatro Festival”, con la direzione artistica di Roberto Bonaventura e la collaborazione di Giuseppe Giamboi.  Nel cortile settecentesco di palazzo Calapaj – D’Alcontres, l’essenzialità di una scenografia che rinunciava all’iconografia degli oggetti e affidava a tre…

FIDELITY CARD

Una struttura che potrebbe essere tranquillamente casa o gabbia. Un giovane che sul balcone si agita, coordinando a fatica i movimenti ma ben articolando le parole. Ché non sempre il corpo e la mente procedono di pari passo. Giù la madre, che alla disabilità del figlio non s’è mai rassegnata e che pertanto chiede continuamente la grazia…

LO SCOGLIO DEL MANNARO

Appartengono al nostro patrimonio genetico i miti e le leggende di questa terra che, tra le tangibili complessità e le anomalie del presente, non manca di custodire un passato di visioni al quale restare avvinghiati, per avere solide radici e, più semplicemente, per essere.  Simone Corso, nei panni dello scrittore inglese Edward Hutton, ha scelto…

CAMURRÌA

  Un senso di malinconia aleggia in quell’aria che profuma di pioggia estiva, nel cortile del settecentesco palazzo Calapaj – D’Alcontres dove l’associazione “Il Castello di Sancio Panza”, con la direzione artistica di Roberto Zorn Bonaventura, e il ristorante ‘A Cucchiara di Giuseppe Giamboi hanno organizzato anche quest’anno “Il Cortile – Teatro Festival”.  Una maniera,…